Rio 2016: Medaglia d’oro per tiratore fiorentino

Rio 2016: Medaglia d’oro per tiratore fiorentino

233
0
Condividi

Ancora Campriani! E’ medaglia d’oro nella carabina 10 metri!
Il tiratore fiorentino chiude la finale della carabina 10 metri col punteggio di 206.1 ed è di nuovo campione Olimpico! Finale spettacolare per un cecchino che negli ultimi 6 colpi ha scavato alla grande il gap con l’ucraino Kulish (2°) e il russo Maslennikov (3°). Che fenomeno il fiorentino che dopo l’oro e l’argentino di Londra 2012, si conferma anche a Rio 2016!

Che fenomeno Niccolò Campriani. Dopo l’oro e l’argento di Londra 2012, è di nuovo il fiorentino il tiratore con carabina ad aria compressa più forte del mondo.

Nella finale dei 10m Capriani ha tirato fuori una prestazione strepitosa, confermando quanto già fatto vedere nelle qualificazioni e tirando in una finale davvero splendida.

Dopo un paio di colpi non perfettissimi all’inizio dei primi giri, Capriani ha inserito sul serio la modalità “cecchino” che aveva imparato a farci conoscere, conducendo una seconda metà di gara praticamente perfetta.
Capriani è riuscito infatti a risalire dal 4° posto in poi; e l’ha fatto iniziando a infilare solo colpi intorno al 10 puntato. Mai sotto questo punteggio, Campriani ha prima rimontato l’avversario indiano – spinto da un pubblico rumoroso e fastidioso in termini di concentrazione – ed è andato a recuperare anche il russo Maslennikov e l’ucraino Kulish, gestendo alla grande la pressione che lo vedeva già in testa prima degli ultimi due e decisivi colpi.

Lì Campriani ha addirittura aumentato il vantaggio, scavando un ulteriore gap con l’avversario e confermandosi come il cecchino numero 1 al mondo nella carabina ad aria compressa.
Queste le dichiarazioni di Campriani

Nelle situazioni estreme la tecnica salta fuori, è tutta una questione di timing, di non mollare e di reggere con la testa. Il mio pensiero felice mi ha aiutato a battere le paure. Quando sono stato nei primi tre ho staccato, meno male che c’è stato lo spareggio per il terzo posto così mi sono calmato. Sull’ultimo tiro invece avevo il mirino impazzito, ma quando poi ho visto la vittoria sono esploso… mi scuso anche perché la reazione di esultanza che tra l’altro non è stata da tiratore, ma è venuta fuori la gioia e il sollievo. Avevano cambiato le regole, è stato più complicato, ma sono davvero felice. Che gioia

condividi su Facebook e Twitter

Fonte Eurosport

Comments

comments

LASCIA UN COMMENTO

*